One of the most exciting experiences I’ve ever done I had it at the beginning of this year camping in a special camping area of the Kruger Park.
Africa offers a wealth of surprises and wonders to discover even after years of explorations.
If you love to live into the wild, this is the experience.
Only the fact of setting up a tent is a funny moment, at the least for me ‘cause it was the first time
After a drink at sunset, there’s nothing more typical than prepare a braai under the stars surrounded by hyenas behind fences attracted from the scent of meat and then admire the vault of heaven which here is very bright and immense.
Inside the tent is like being inside a shell protected from outside sounds; one of the two nights we stayed started to rain cats and dogs and this is also an event worths to be lived.
In the silence of the night everything is amplified, the wind, the rain, the lions’ roars as if they were around the corner but they are far away
This is which is said to be in touch with a primitive and fascinating world, a tribal music.

 

Campeggiare nel bush – Un giorno di ordinaria magia…
Una delle esperienze piu’ emozionanti ed uniche l’ho provata all’inizio di quest’anno campeggiando nel bush del Parco Kruger in apposite aree adibite.
L’Africa riserva sempre entusiasmanti sorprese anche dopo anni di esplorazioni.
Se siete persone amanti delle esperienze nel selvaggio , questa fa al caso vostro, solo il fatto di montare la tenda e’ una situazione divertente, almeno per me che lo facevo per la prima volta.
Dopo un drink al tramonto, non c’e’ niente di piu’ tipico che preparare un barbecue sotto le stelle con le iene che passeggiano al di la’ delle recinzioni attirate dal profumino della carne e di ammirare la splendida volta celeste che qui e’ veramente immensa e brillante.
Dentro la tenda e’ come essere in una conchiglia protetti dai rumori esterni; una delle due notti del campeggio e’ piovuto intensamente e anche questo e’ un avvenimento che merita di essere vissuto. Nel silenzio della notte tutto e’ amplificato, il vento appunto, la pioggia , i ruggiti dei leoni che sembrano dietro l’angolo ed invece sono lontani.
Questo e’ cio che si dice essere a contatto con un mondo primitivo ed affascinante, una musica tribale.

Comments are closed.